E-commerce in Italia: bene ma non benissimo

Condividi

BEM Research fa il punto della situazione sull’e-commerce in Italia: in crescita, anche se lenta.

Big Data, Economics e Marketing online ha pubblicato da poco un report che riassume la situazione dello sviluppo del commercio elettronico in italia. Il report è intitolato “Commercio online: il passo lento dell’Italia”. Vediamo un po’ di numeri nel dettaglio:

  • il 32% degli italiani fa shopping online, contro il 57% della media europea;
  • il fatturato online delle PMI è mediamente del 6%;
  • 25 miliardi di euro è il valore dell’e-commerce B2C, con in testa l’abbigliamento, poi viaggi, elettronica, libri, giornali e telefonia;
  • geograficamente, bene il nord-est, male sud e isole;
  • gli uomini tra i 24 e i 34 anni sono i più attivi, mentre le donne in generale acquistano il 6% in meno degli uomini;
  • le piccole città battono i grandi centri urbani, anche a causa di una minore distribuzione di negozi, specie se di nicchia.

Il quadro che ne emerge evidenzia che si perdono ancora grosse fette di fatturato a causa degli scarsi investimenti delle PMI nella vendita online. In particolare, le maggiori difficoltà risiedono nei sistemi di approvvigionamento e nel rendere affidabili le consegne. Infatti le spese di spedizione pesano per il 30% sui costi gestionali di un e-commerce strutturato.

Un e-commerce vincente deve garantire consegne rapide ed affidabili

Ciò significa che l’automazione dei magazzini e dei software gestionali associati deve essere efficiente per avere un e-commerce competitivo con i grandi player di mercato (Amazon, Alibaba, ecc.). Discorso a parte si deve fare per i prodotti di abbigliamento e tecnologici di nicchia, dove invece prevale la riluttanza delle PMI ad investire, per paura di fare un buco nell’acqua. Paura spesso infondata.

C’è ancora molto da fare da parte delle Istituzioni e, a livello culturale, da parte degli imprenditori. Ma la via è intrapresa. Lo sviluppo della catena di un e-commerce passa pertanto attraverso la fidelizzazione del cliente con consegne rapide ed affidabili e attraverso una chiara e semplificata messa a norma del settore in termini di imposte, privacy e politica dei resi.

Ti è piaciuto l’articolo? Sì?

Allora non essere timido, dammi una mano a condividerlo o consiglialo ad un amico che potrebbe essere interessato.

 


Condividi